English
MyLiuc
CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA

La Laurea magistrale in Ingegneria gestionale per la produzione industriale è rivolta a chi desidera ricoprire ruoli di alto livello in imprese di ogni dimensione e settore, sia manifatturiero, sia dei servizi e del terziario avanzato, per l’organizzazione, la gestione, ma anche la progettazione di processi complessi.
Il corso di Laurea magistrale in Ingegneria gestionale per la produzione industriale ha l’obiettivo di formare figure professionali in grado di ricoprire ruoli di elevata qualificazione nell’ambito di imprese di ogni settore sia manifatturiero sia dei servizi, per l’organizzazione, la gestione, ma anche la progettazione di processi complessi in ambito logistico e produttivo.
Per raggiungere lo scopo, il programma di studio della Laurea magistrale approfondirà le tematiche affrontate nel corso di Laurea e assicurerà l’acquisizione di solide competenze professionali nella progettazione e nella gestione di processi in imprese industriali e di servizi.
Nell’ambito del corso viene offerta la possibilità di acquisire competenze relative ad alcuni ruoli specifici nella gestione delle aziende. In particolare si potranno approfondire i temi relativi alla gestione strategica degli acquisti, alla definizione delle architetture dei sistemi informativi, all’internazionalizzazione del business, alla gestione dei grandi progetti, alla progettazione dei processi inter-aziendali per la gestione della catena logistico-produttiva.

Piano di studio

 

 


I PERCORSI

1 – Digital Consulting
2 – Sostenibilità industriale
3 – Health Care System Management
4 – Progettazione e Gestione della Fabbrica Intelligente


1 – Digital Consulting

L’obiettivo del percorso è approfondire le tematiche relative all’approccio consulenziale (applicabili in società di consulenza e non) con enfasi su: servizi, modelli e processi di business.

La didattica è accompagnata da numerosi casi di studio presentati da testimonial provenienti dalle principali società di consulenza nazionali e internazionali.

Il corso è composto da tre moduli fra loro interconnessi che trattano:

  • Digital Transformation Design. Principi di progettazione di Industry 4.0 con particolare enfasi sulla Service Orientation e l’evoluzione dell’offerta di servizi (nelle imprese manifatturiere e nei pure player). Studio dell’approccio alla Servitization. Analisi dei modelli di fabbrica intelligente.
  • Digital Consulting Methods and cases. Digital Consulting: modelli di business e il punto di vista economico-gestionale. Attraverso l’analisi di casi e testimonianza di primarie società di consulenza si studieranno i principali approcci alla consulenza che guida la digital transformation.
  • Business Process Innovation. I principi e i trend di Industry 4.0 applicati a persone, processi e tecnologie. Si analizzerà come cambiano le strutture organizzative, quali sono gli impatti sui processi di business delle principali tecnologie emergenti (Big Data, IoT, Augmented Reality).

Sbocchi occupazionali

Il percorso ha l’obiettivo di formare ingegneri gestionali capaci di inserirsi rapidamente ed efficacemente oltre che in società di consulenza direzionale, organizzativa e tecnologica, anche nelle direzioni HR e ICT di imprese industriali.

Piano di studio

 

2 – Sostenibilità industriale

L’obiettivo di questo percorso è approfondire la formazione sulle tematiche della gestione sostenibile dell’impresa, ossia ambiente, energia, salute e sicurezza del lavoro. Nello specifico, per l’ingegnere gestionale significa corredare la propria preparazione con la conoscenza di aspetti organizzativi, tecnici e normativi con i quali ogni impresa si confronta quotidianamente: gestione delle acque, gestione dei rifiuti, problemi di emissioni in atmosfera, gestione e ottimizzazione dei consumi energetici, organizzazione e gestione della salute e sicurezza dei lavoratori, dei processi industriali e del trasporto delle merci pericolose, nonché la progettazione del ciclo di vita dei prodotti e dei servizi al fine di ridurne gli impatti sull’ambiente e la società.

Gli argomenti trattati sono organizzati in tre moduli interconnessi:

  • Eco-efficienzadi prodotti, processi e servizi (analisi del ciclo di vita, efficienza energetica);
  • Tecnologie ambientali per l’industria (acqua, aria, rifiuti, bonifica dei siti contaminati);
  • Prodotti e processi sostenibili (sicurezza dei processi industriali, prevenzione antincendio, pianificazione e gestione del trasporto delle merci pericolose, gestione di ambiente e sicurezza aziendale, inclusa la formazione del personale).

Le lezioni sono accompagnate da visite tecniche presso realtà del settore, testimonianze aziendali, esercitazioni e attività progettuale.

Sbocchi occupazionali


Sono i ruoli manageriali in ambito ambiente, salute e sicurezza (Health, Safety and Environment – HSE manager) e la consulenza.

Piano di studio

 

3 – Health Care System Management

Attivato in collaborazione con l’IRCCS San Raffaele questo percorso di eccellenza è finalizzato a far acquisire allo studente un’approfondita conoscenza dei metodi e contenuti scientifici dell’ingegneria per formare una figura professionale che ricopra specifiche funzioni in strutture pubbliche e private del settore sanitario e socio-sanitario e in aziende del comparto industriale sanitario (farmaceutico, dispositivi, attrezzature e apparecchiature) correlate con l’ingegneria industriale e l’operations management.

Al termine del percorso il laureato magistrale:

  • conoscerà approfonditamente la struttura organizzativa e gli obiettivi del Sistema e del Servizio Sanitario Italiano, così come quelli delle Unità Sanitarie Locali, degli Ospedali e dei Distretti Sanitari;
  • avrà competenza sui livelli di assistenza e gli aspetti collegati di equità e qualità anche attraverso la conoscenza dei sistemi di classificazione/codificazione delle malattie e delle prestazioni sanitarie;
  • sarà in grado di effettuare valutazioni economiche in sanità e governare i principali processi di emissioni di bandi per approvvigionamenti di materiali, anche per diagnosi e cure, svolti da strutture sanitarie, sia ospedaliere che territoriali, o socio-sanitarie, anche con riferimento ai processi di supporto (e.g. sistemi informativi, acquisti, manutenzione strumentale e infrastrutturale).

Per garantire la preparazione anche operativa dello studente la tesi di laurea e il tirocinio (attraverso un progetto strutturato con un tutor universitario) verranno preferibilmente svolti presso le strutture sanitarie dell’Ospedale San Raffaele

Sbocchi occupazionali

I principali sbocchi occupazionali sono principalmente nella funzione operation degli ospedali (ricoveri, blocco operatorio, gestione degli outpatient) e delle aziende territoriali (distribuzione e governo dei flussi degli assistiti), nonché in imprese farmaceutiche e delle biotecnologie, società di consulenza nel campo dei servizi sanitari.

Piano di studio

 

4 – Progettazione e Gestione della Fabbrica Intelligente

Nell’arena competitiva globale l’affermazione delle imprese passa da quanto esse riescono ad essere più efficienti ed efficaci con risorse sempre più contenute. Il presupposto della nuova fabbrica intelligente è il modello organizzativo e gestionale di impresa rapida e snella, il modello lean. Il percorso prevede pertanto un richiamo dei concetti del Lean Manufacturing e si articola poi in tre moduli:

  • il primo, nel quale dopo aver illustrato il paradigma di Industry 4.0 attraverso la presentazione dei 9 pilastri del paradigma -evidenziandone i rispettivi impatti sui vari elementi componenti il valore, i vantaggi in termini di miglioramento delle grandezze operative e gli ostacoli ai cambiamenti che comportano-, si studiano casi di benchmark con visite aziendali e approfondita analisi di quanto evidenziati nelle visite stesse rispetto al paradigma Industry 4.0;
  • il secondo, nel quale si approfondirà il pilastro della simulazione con lo studio di strumenti atti a modellare sistemi di produzione complessi e con varie alternative di funzionamento;
  • il terzo, nel quale si approfondirà il pilastro dei data analytics per l’interpretazione corretta dei dati scaturiti dalla simulazione del funzionamento dei sistemi di produzione e da altri elementi raccolti sul campo.

Il percorso si propone di formare Ingegneri Gestionali che abbiano le basi, in termini di filosofia, approcci, tecniche e strumenti, sia per introdurre il nuovo modello nelle imprese, sia per occuparsi della gestione dei processi logistico-produttivi in imprese nelle quali si stia già applicando tale modello.

La formazione acquisita col percorso esperienziale potrà essere utilizzata con profitto non solo in imprese manifatturiere ma anche in società di servizi.

Piano di studio

NEWS eventi
mercoledì 14 dicembre 2016 aula Bussolati Il D. Lgs. 139/2015, attuativo della direttiva 2013/34EU contiene rilevanti
NEWS eventi
L’innovazione sostenibile per rispondere alle richieste del mercato Progetto I&S Textile – innovazione e
NEWS eventi
giovedì 1 dicembre 2016 aula c229 Il Master Universitario MAFOOD, in collaborazione con le sue aziende partner leader
NEWS orientamento
Aperte le iscrizioni per la sessione invernale del test d’ammissione per l’ a.a. 2016/2017 7  febbraio
NEWS eventi
21 novembre 2016   Programma Intervento di apertura Michele Graglia Presidente LIUC – Università
© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA) CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128
CREDITS