Ricerca

Milano innovation district: primo premio al team LIUC con il progetto “Healthy Feet”


Ricerca

Milano innovation district: primo premio al team LIUC con il progetto “Healthy Feet”


Primo posto per la LIUC – Università Cattaneo alla quinta edizione di MIND Education, il programma di formazione proposto da Arexpo e dai partner coinvolti nel Milano Innovation District (Lendlease, Fondazione Triulza, Fondazione Human Technopole, IRCCS Galeazzi e Università Statale di Milano), per sensibilizzare i futuri abitanti e fruitori del nuovo parco scientifico e tecnologico di Milano e coinvolgerli nella co-creazione del quartiere nascente.

Il team LIUC, guidato da Emanuela Foglia (Ricercatore della Scuola di Ingegneria Industriale) e composto da Federica Asperti (Collaboratrice di ricerca presso il Centro sull’Economia e il Management nella Sanità e nel Sociale) e dagli studenti della Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Francesca Romano e Giuseppe Sofia (entrambi del percorso Health Care System Management), ha partecipato alla Call 4 Ideas Health Data Science, volta a raccogliere proposte progettuali legate alla generazione e analisi di dati sanitari.

Il team ha sviluppato il progetto in collaborazione con eSteps, start-up innovativa che propone soluzioni smart per pazienti affetti da malattie neurodegenerative con l’obiettivo di monitorare lo stato di salute e i sintomi della malattia, migliorando al tempo stesso la qualità di vita dei pazienti.

Il primo posto ha permesso al team LIUC di presentare la propria proposta progettuale ai principali partner di MIND nonché di aggiudicarsi una somma di 5.000 euro.

La Call for Ideas era aperta agli Atenei di tutta Italia e della Svizzera Italiana e il progetto è stato selezionato tra circa 20 progetti pervenuti per la Call.

“Healthy Feet – spiega Emanuela Foglia – rappresenta un’idea progettuale innovativa, basata sulla tecnologia Insole, sviluppata da eSteps, e una proposta di valore per MIND, utile per supportare il monitoraggio dello stato di salute e garantire il benessere degli operatori sanitari delle organizzazioni ospedaliere che popoleranno il Distretto, con una logica preventiva e predittiva. Dall’applicazione iniziale su pazienti affetti da malattie neurodegenerative, modificando l’indicazione d’uso – continua la Ricercatrice – il device innovativo potrebbe divenire utile per prevenire l’insorgenza di disordini a carico del sistema muscoloscheletrico e infortuni sul lavoro, impattando così su problemi di assenteismo, riduzione delle capacità lavorative e uscita dal mondo del lavoro nel contesto sanitario. Tutto il processo di sviluppo del progetto si è basato inoltre su temi quali la fattibilità in termini economici e ambientali grazie a una disponibilità dei device su larga scala e la sostenibilità con una successiva gestione del fine vita, in ottica di economia circolare, con possibilità di riuso e riciclo.”

L’evento del 30 giugno 2022, in cui il team ha presentato il proprio progetto, chiude la quinta edizione di MIND Education, progetto con una forte valenza sul territorio regionale e non solo, che coinvolge ogni anno migliaia di studenti dalla scuola primaria fino all’Università, per rendere ogni individuo protagonista dello sviluppo di MIND quale distretto innovativo e all’avanguardia.

Pubblicato il 1 Luglio 2022
Condividi su:
Newsletter
Vuoi rimanere aggiornato su eventi e news LIUC?

© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA)
CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128