entra in LIUCMyLiucEnglish
Progetti

Sviluppo di un Servizio di TeleMonitoraggio, TeleRiabilitazione e Telesupporto, per individui fragili affetti da patologie cardiologiche, neurologiche e polmonari, positivi o meno al COVID-19 – Progetto TCube

 

Durata: Giugno-Ottobre 2020

 

Rilevanza del progetto

La gestione degli individui fragili spesso affetti da patologie croniche non trasmissibili, rappresenta a oggi uno dei principali target di intervento per i sistemi sanitari a livello internazionale. Le malattie non trasmissibili infatti rappresentano la seconda maggiore minaccia alla salute globale dopo l’inquinamento e sono responsabili del 70% di tutti i decessi nel mondo, consumando gran parte delle risorse economiche dei singoli Paesi.

Questo scenario si ripresenta anche in Italia e in particolare in Regione Lombardia, dove circa 3 milioni di persone sono affette da malattie non trasmissibili, consumando circa il 70% dei fondi del SSR. Il relativo costo annuale è di circa 14 miliardi di euro (dati di Banca Dati Assistito, Regione Lombardia, 2017). L’urgenza di gestione delle patologie croniche e, in questo particolare momento, gravata dalla condizione di pandemia, che va a rendere più critica la condizione dei malati cronici fragili e ad allungare i tempi di attesa e di effettuazione delle prestazioni a loro rivolte. Soprattutto nella prima fase della pandemia infatti, i decessi che si sono registrati erano per la maggior parte ascrivibili a persone anziane fragili, con patologie croniche e comorbidità associate (ISS- Istituto Superiore di Sanità, 2020). Oggi questo quadro è sicuramente modificato, ma al tempo stesso si continuano a registrare dei ritardi nelle disponibilità di monitoraggio, controllo e continuità terapeutica per questi pazienti, proprio in ragione dell’aumentata esigenza di cura dettata dal COVID-19.

Si evidenzia quindi, sempre più chiaramente, come l’evoluzione dei sistemi di telemedicina possano impattare positivamente sulla gestione dei pazienti in condizione di fragilità. In questo scenario, le modalità di erogazione delle prestazioni sanitarie abilitate dalla telemedicina come il Telemonitoraggio, la Teleriabilitazione e il Telesupporto, appaiono fondamentali per fornire un care integrato per la gestione della fragilità, in ottica multidisciplinare, garantendo totale sicurezza per il personale sanitario, ma soprattutto per il paziente e i suoi caregiver.

Da qui prende le mosse il progetto TCube, che ha conseguito il finanziamento nell’ambito del Bando POR FESR– ASSE 1- ASSE PRIORITARIO I – RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO E L’INNOVAZIONE, Misura a sostegno dello sviluppo di collaborazioni per l’identificazione di terapie e sistemi di diagnostica, protezione e analisi per contrastare l’emergenza Coronavirus e altre emergenze virali del futuro.

Obiettivi di progetto

Obiettivo del progetto TCube consiste nell’adattamento e la validazione di un sistema di Telemedicina a tre moduli (TeleMonitoraggio – TM, TeleRiabilitazione – TR e TeleSupporto – TS) in grado di garantire care integrato per la gestione della fragilità in ottica multidisciplinare, continuità diagnostico-terapeutica, sicurezza sia per l’utenza sia per gli operatori in regime di distanziamento sociale e maggior supporto e ingaggio del paziente nel processo di cura. La piattaforma sarà in grado di integrare i tre moduli TCube grazie a percorsi multi-dominio e multi-device interoperabili e scalabili, in grado di connettere, motivare e supportare nella cura paziente e care-giver a un livello ottimale di efficienza e di engagement rispetto all’obiettivo di cura.

Beneficiari del percorso saranno: a) pazienti positivi al SARS-CoV-2 in isolamento fiduciario che potranno accedere al modulo TM per il monitoraggio dei parametri vitali; b) pazienti COVID-19 nel post-ricovero in isolamento domiciliare che potranno beneficiare dei moduli TM e TR per facilitare la ripresa della funzionalità cardio-polmonare; c) pazienti fragili cronici non positivi al SARS-CoV-2 che a causa sia delle misure restrittive sia della loro condizione implicita di vulnerabilità necessitano di una riabilitazione cardio-polmonare in sicurezza al domicilio e che potranno accedere ai moduli TM e TR. Inoltre, tutte le tipologie di pazienti potranno utilizzare il modulo TS, per promuovere il benessere psicosociale e/o prevenire o trattare le condizioni di salute mentale.

Risultati attesi

In risposta a questa sfida inedita dettata dal COVID-19, l’implementazione di TCube potrà fornire al Sistema Sanitario Regionale e a tutti i pazienti, siano essi positivi o non, ma soprattutto in condizione di fragilità, una soluzione di digital health modulabile, scalabile e personalizzabile sui diversi bisogni dei differenti attori e stakeholder della Sanità, fornendo non solo la accettabilità e i potenziali impatti della sua introduzione, ma anche una quantificazione dei potenziali investimenti e dei need per garantire che sia realizzabile la sua implementazione.

TCube andrà a rappresentare un’importante innovazione di servizio, poiché tale piattaforma cambierà le modalità di continuità di cura dei soggetti fragili, siano essi affetti o meno, da COVID-19, con percorsi riabilitativi individualizzati. Tale innovazione modificherà anche il processo di cura, grazie all’introduzione di attività a valore aggiunto, poiché costruite su misura per i bisogni del paziente-cittadino e, in un’ottica di sostenibilità organizzativa ed economica delle Strutture Sanitarie.

Questo consentirà di cambiare il paradigma di riferimento: l’innovazione non consta solo nell’introdurre una nuova tecnologia per questa nuova condizione patologica, ma coinvolge anche un modello organizzativo di erogazione differente, che modifica le risorse in campo, andandole a ottimizzare, ma anche a garantire un ambiente caratterizzato da un maggiore livello di sicurezza sia per i professionisti che erogano la prestazione, sia per il paziente, oltre che un modello a elevata accessibilità territoriale.

Si tratta poi di una diversa “produzione” del servizio e della modalità con cui si eroga al paziente: lo si rende partecipe nel suo percorso di cura e si personalizza il servizio sulla base delle proprie necessità di cura, garantendo con la piattaforma TCube, una continua presenza di feedback con il personale sanitario e la possibilità di rinnovare i bisogni in ogni momento del percorso di cura.

In particolare, Regione Lombardia sembra essere il setting più coerente con gli obiettivi del presente progetto poiché è una delle Regioni italiane più attive in termini di promozione e investimenti nell’ambito della telemedicina e della teleriabilitazione, inserendo nelle proprie Regole di Sistema quest’ultimo aspetto già dal 2018 (DGR XI /1046 del 17/12/2018).

Partenariato

Vedi

Stakeholder

Il momento storico che stiamo vivendo sicuramente ha amplificato l’interesse nei confronti di soluzioni smart che possano garantire maggiore sicurezza ai pazienti e ai loro familiari. All’interno di questo contesto quindi il progetto TCube ha già visto una grande divulgazione e curiosità da parte dei mass media e della cittadinanza.

Il partenariato di progetto intende strutturare delle sinergie con altri studi in corso di realizzazione, che affrontano la tematica delle soluzioni digitali smart per i pazienti fragili, così da poter massimizzare le informazioni e le tecnologie a disposizione degli interlocutori istituzionali tanto regionali quanto nazionali.

A questo proposito si veda quanto proposto nel sito del progetto SIDERA^B (http://www.liuc.it/la-ricerca-in-liuc/la-ricerca/progetti/siderab-sistema-integrato-domiciliare-e-riabilitazione-assistita-al-benessere/ ), e in quello dell’HUB Smart, Touch & ID (www.smart-touch-id.com), che potranno condividere interessi e risultati, a titolo di integrazione dei servizi a disposizione: non solo teleriabilitazione, ma anche telemonitoraggio e telesupporto, ampliando per altro le tipologie di pazienti che possono fruire di servizi differenziali.

Materiali e Metodi

Vedi

Disseminazione

Articoli e comunicati stampa

Nuove misure per contrastare il covid-19: arriva il progetto tcube
http://www.liuc.it/articoli_ricerca/nuove-misure-per-contrastare-il-covid-19-arriva-il-progetto-tcube/
LIUC, Università Cattaneo

T-Cube- Sviluppo di un Servizio di TeleMonitoraggio, TeleRiabilitazione e TeleSupporto
https://www.fondazionepolitecnico.it/progetti/salute-life-science/t-cube/
Fondazione Politecnico

Parte il progetto TCube finanziato da Regione Lombardia con beneficiari pazienti anche Covid
https://www.sanita-digitale.com/2020/07/10/parte-il-progetto-tcube-finanziato-da-regione-lombardia-con-beneficiari-pazienti-anche-covid/
Sanità Digitale, 10 Luglio 2020

Nasce TCube, telemedicina contro il Covid. La Liuc tra i partner
https://www.malpensa24.it/contro-il-covid-nasce-il-progetto-tcube-liuc-castellanza-fra-i-partner/
Malpensa24, 27 Luglio 2020

“Tcube”: monitoraggio, riabilitazione e supporto per le cure a casa propria
https://www.dongnocchi.it/news-ed-eventi/@news/tcube-monitoraggio-riabilitazione-e-supporto-per-le-cure-a-casa-propria
Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS, 4 Agosto 2020

Parte il progetto Tcube: monitoraggio, riabilitazione e supporto per le cure domiciliari
https://www.grifomultimedia.it/nasce-il-progetto-tcube-monitoraggio-riabilitazione-e-supporto-per-le-cure-domiciari/
GrifoMultimedica, 1 Settembre 2020

Area riservata

Area riservata

 

NEWS ricerca
Nel corso degli ultimi anni, a seguito del rapido aumento del numero di viaggiatori nel mondo, molti ricercatori
NEWS ricerca
Il 24 novembre alle ore 15.00 la LIUC – Università Cattaneo ospita (sulla piattaforma Microsoft Teams) il quarto
NEWS ricerca
Finora gli effetti della disclosure ESG (environmental, social and governance) sono stati studiati solo nel contesto
NEWS ricerca
Turismo sostenibile per le destinazioni collocate in aree naturali e montane: questo il tema di tre pubblicazioni