Terza Missione

LIUC, un impatto economico da 123 milioni di euro all’anno


Terza Missione

LIUC, un impatto economico da 123 milioni di euro all’anno


La capacità delle istituzioni universitarie di innescare e rafforzare la crescita del benessere economico e sociale dei territori è un punto fermo, supportato da evidenza empirica. Lo conferma lo studio coordinato da Massimiliano Serati, Professore di Politica economica alla LIUC e realizzato dal Team di ricerca del Centro sullo Sviluppo dei Territori e dei Settori (Andrea Venegoni, Fausto Pacicco, Niccolò Comerio, Alessandra Centinaio), con dati da effetto wow per l’Ateneo, presentati martedì 10 maggio 2022 alla LIUC, a trent’anni dai suoi primi passi.

Dall’analisi rigorosa, condotta con riferimento all’anno solare 2021, e basata su una metodologia predisposta da London Economics per l’Università di Oxford (opportunamente adattata al contesto italiano e alle specificità di una ancor giovane realtà universitaria), si evince che nel solo 2021 LIUC ha generato un maggior valore economico per l’ecosistema pari a 123 milioni; un risultato ancor più degno di nota se si tiene conto della pesante situazione imposta nel biennio 2020-2021 dalla pandemia.

La rilevanza dell’effetto volano sul sistema Paese è testimoniata da due elementi di rilievo. LIUC genera valore in ciascuno degli ambiti in cui declina la propria attività (Didattica, Ricerca, Terza Missione, Struttura), secondo il modello di Ateneo multidimensionale tanto caro al sistema anglosassone. E tutto questo senza trascurare il target della produttività aziendale: nel periodo 2015-2021 la crescita di impatto economico è stata più che proporzionale rispetto all’aumento del numero degli iscritti.

Stimare l’impatto economico dell’Ateneo significa considerare gli effetti di generazione di flussi monetari, di innesco di circuiti di consumo e di attivazione di sviluppo economico territoriale (attrattività del territorio, produttività d’impresa) e ha imposto valutazioni ad ampio spettro su; consumi di studenti, docenti, personale tecnico amministrativo, spese di fornitura, sviluppo del mercato immobiliare e del tessuto commerciale, ma anche l’incremento del valore delle retribuzioni dei laureati LIUC che lo studio restituisce con migliori prospettive di carriera e reddituali rispetto ai colleghi di altri Atenei.

Sui 123 milioni di euro di maggior valore economico generato Didattica, Ricerca, Struttura e Terza missione “pesano”, rispettivamente, per 60,1 milioni di euro, 3,5 milioni di euro, 50,3 milioni e 9,1 milioni.

Del tutto originale la sezione dedicata alla Terza Missione, ossia a tutte le attività di trasferimento scientifico, tecnologico e culturale, e public engagement volte a promuovere un progresso equilibrato, a vantaggio della collettività nel rispetto dei 17 obiettivi di sostenibilità economica, sociale e ambientale che sostanziano l’Agenda ONU 2030.

L’impegno trasversale per la sostenibilità, si fonda su iniziative interne, orientate a fare dell’Ateneo una struttura “green”, responsabile e inclusiva; a queste si aggiunge un ricco carnet di progetti rivolti all’esterno tra i quali spiccano ExSUF, il Centro di Eccellenza sulla finanza sostenibile per le infrastrutture e le smart cities (partnership con UNECE) e l’Osservatorio sulle Fragilità e lo Sviluppo umano. Perché il PIL non è più soltanto una questione economica.

Didattica

Emergono la costante crescita del bacino studentesco e il suo radicamento sul territorio lombardo, ma con una significativa presenza di studenti provenienti dal sud.

L’efficacia dell’azione LIUC si traduce in un surplus retributivo a favore dei propri laureati rispetto agli Atenei competitor: il gap è di circa 200 € per i Dottori Magistrali in Economia e Management e di circa 100 € per i Dottori Magistrali in Ingegneria Gestionale per la Produzione Industriale

Ricerca

Progetti di ricerca e assegni di ricerca, finanziati da fonti esterne o da risorse interne all’Università, a cui si aggiungono gli investimenti in Borse di Dottorato, vanno ad alimentare un’attività in forte crescita che contribuisce ad alimentare la visibilità e le prospettive di sviluppo dell’Ateneo.

Il maggior valore economico generato, pari a 3,5 milioni di euro, è principalmente (86,1%) legato al contributo in termini di maggior attrattività territoriale e maggior produttività del sistema delle imprese innescato dai risultati della ricerca.

Struttura

Nel computo del maggior valore economico generato dalla presenza dell’azienda LIUC sul territorio, rientrano le spese di fornitura, lo sviluppo del mercato immobiliare e del tessuto commerciale locale, a tutto vantaggio di una maggiore attrattività d’impresa per un impatto economico complessivo di 50,3 milioni di euro.

Terza Missione

Sono le attività di Formazione Manageriale, Ricerca Applicata e Formazione Master espresse dalla LIUC Business School a generare il maggior valore economico nel capitolo Terza Missione (9,1 milioni di euro), sotto forma principalmente di miglioramento delle performance delle imprese, di diffusione di competenze e conoscenze specialistiche, di aumento della produttività del capitale umano.

Pubblicato il 11 Maggio 2022
Condividi su:
Rivedi l'evento
Informazioni utili
Piazza Soldini, 5 - Castellanza (VA)
Email: comunicazione@liuc.it |T. +39 0332 572111
ISCRIZIONI
QR Code
Follow us!
Newsletter
Vuoi rimanere aggiornato su eventi e news LIUC?

© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA)
CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128