Ricerca

Diversità di genere e imprese di famiglia


Ricerca

Diversità di genere e imprese di famiglia


Uno studio a cui ha partecipato il Prof. Salvatore Sciascia, dal titolo “Are family female directors catalysts of innovation in family SMEs?”, è stato pubblicato su Strategic Entrepreneurship Journal, una delle FT50 (le 50 migliori riviste accademiche di management secondo il Financial Times). La ricerca è stata svolta su circa 300 PMI familiari belghe insieme a Jonathan Bauweraerts dell’Università di Mons, Emanuela Rondi dell’Università di Bergamo, Paola Rovelli e Alfredo De Massis dell’Università di Bolzano.

“Siamo partiti dall’assunto che la composizione del CdA può influenzare molto la qualità delle scelte strategiche, nonché dal fatto che studi precedenti hanno dimostrato che la diversità, soprattutto di genere, è auspicabile nella composizione dei CdA. Le donne tendono a essere più aperte al dialogo e alla tolleranza, sono più cooperative e particolarmente creative: aspetti che rendono preziosa la presenza delle donne nei Board”, precisa Sciascia, Delegato Rettorale alla Ricerca e Co-direttore di FABULA, il laboratorio della LIUC dedicato al family business.

Nello studio si ipotizza e verifica che al crescere delle donne familiari nei CdA si investe di più per l’innovazione: si favorisce la nascita di nuove idee che poi vengono finanziate e sviluppate attraverso le attività di ricerca e sviluppo. Ciò accade soprattutto in quei contesti familiari in cui la famiglia si identifica particolarmente con il business e intende fortemente proseguire di generazione in generazione con la guida dell’impresa.

Pubblicato il 2 Maggio 2022
Condividi su:
Newsletter
Vuoi rimanere aggiornato su eventi e news LIUC?

© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA)
CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128