entra in LIUCMyLiucEnglish
Nuovi riconoscimenti internazionali per la ricerca LIUC

Nuovi riconoscimenti internazionali per la ricerca LIUC

Nel corso della prima metà del 2021 sono arrivate diverse belle notizie per la ricerca LIUC, con numerose pubblicazioni su riviste scientifiche di prestigio e premi che attestano la qualità del lavoro svolto.

L’impegno dei Ricercatori e dei Professori della LIUC è molto alto – commenta Salvatore Sciascia, delegato del Rettore alla Ricerca – e sono felice che venga riconosciuto dalla comunità internazionale. La governance dell’Ateneo sostiene le attività di ricerca con vigore, nell’intento di consentire a tutti, dai Dottorandi ai Professori Ordinari, di sviluppare ricerche di qualità e di impatto”.   

Tra le ultime notizie a riguardo, si segnala che Raffaele Secchi, Professore Ordinario della Scuola di Economia e Management, ha ricevuto il titolo di Outstanding Reviewer 2020 dalla rivista International Journal of Production Economics. “Un reviewer è un revisore esperto anonimo che contribuisce allo sviluppo della conoscenza pubblicata sulle riviste scientifiche. I Reviewer affiancano i curatori delle riviste nel valutare il contenuto degli articoli sottoposti a valutazione e supportano gli autori nel migliorarne il contenuto, laddove possibile” chiarisce il Prof. Secchi.

Andrea Urbinati, Ricercatore della Scuola di Ingegneria Industriale, ha invece ricevuto due riconoscimenti relativi all’impatto bibliografico di alcuni studi a cui ha partecipato come co-autore. Da una parte l’articolo “Assessing relations between Circular Economy and Industry 4.0: a systematic literature review” è risultato uno dei più citati fra gli articoli pubblicati nel 2020 dalla rivista International Journal of Production Research. Dall’altra, “The role of digital technologies in open innovation processes: an exploratory multiple case study analysis” è risultato uno dei più citati fra gli articoli pubblicati nel 2020 dalla rivista R&D Management.

“La qualità di una pubblicazione scientifica è misurabile anche attraverso il numero di articoli che si riferiscono a essa, citandola nell’ambito della bibliografia” spiega Andrea Urbinati.

Infine, l’articolo “Strategy disclosure and cost of capital: the role of family firm status and women directors” ha ricevuto una menzione d’onore nell’ambito della conferenza IFERA (International Family Enterprise Research Academy). Lo studio è stato sviluppato da Rafaela Gjiergji, Luigi Vena, Alessandro Cortesi e Salvatore Sciascia, rispettivamente Assegnista di Ricerca, Ricercatore e Professori Ordinari della Scuola di Economia e Management. “Prima di sottoporre a una rivista scientifica uno studio, è necessario confrontarsi con la comunità internazionale per vagliarne la robustezza” spiega Luigi Vena. “Ricevere l’esplicito apprezzamento dei colleghi è motivo di grande orgoglio per noi”.

 

Potrebbe interessarti anche…

La ricerca accademica in LIUC si pone l’obiettivo di sviluppare aree di eccellenza nei settori caratterizzanti l’università. Scopri di più

Condividi su:
NEWS eventi
Mercoledì 6 ottobre 2021, ore 17.   Ultimo appuntamento di Riconnessi in LIUC, il ciclo di eventi e incontri
NEWS eventi
mercoledi 22 settembre 2021, ore 17.30   La crisi economica, associata alla pandemia Covid, ha spinto le nostre
NEWS eventi
Giovedì 14 ottobre 2021   “Mobilità e logistica sostenibile: piattaforme digitali, investimenti e partnership
NEWS orientamento
Open Day per gli studenti che si iscriveranno alla laurea triennale nell’Anno Accademico 2022/23. L’appuntamento è
NEWS eventi
“Se fossi rimasto sempre a Lecco, difficilmente avrei avuto l’esperienza fatta viaggiando. Siate aperti a qualsiasi
NEWS ricerca
Da marzo 2020 il lavoro virtuale è diventato la norma per la maggior parte delle organizzazioni. Tuttavia sappiamo
NEWS ricerca
Saper interpretare l’informazione visuale è una competenza sempre più importante per prendere decisioni corrette
NEWS ricerca
“Un approccio bilanciato tra il necessario rigore accademico e la rilevanza manageriale. Perché è importante stare
NEWS ricerca
Da marzo 2020 il lavoro virtuale è diventato la norma per la maggior parte delle organizzazioni. Tuttavia sappiamo