Eventi

Smart Working, che cambiamento!


Eventi

Smart Working, che cambiamento!


Mettere al centro la persona, garantire flessibilità e autonomia non è solo una scelta manageriale abilitata dalle nuove tecnologie digitali ma, soprattutto,  una filosofia che si diffonde ai diversi livelli di un’organizzazione. Nello Smart Working c’è proprio questo, la centralità della persona messa in condizione di conciliare maggiormente i tempi di vita e di lavoro e di incrementare, nello stesso tempo, la produttività.

Non si tratta semplicemente di telelavoro o di una maggiore flessibilità in orari e luoghi di lavoro, piuttosto di essere impegnati su obiettivi e responsabilizzati in termini di risultati. Un mutamento epocale che richiede un nuovo modello di organizzazione del lavoro e dei veri e propri agenti del cambiamento all’interno dell’impresa che sappiano favorire la rivisitazione degli spazi di lavoro, l’utilizzo delle tecnologie e la creazione di occasioni di collaborazione.

Nel convegno promosso da LIUC ALUMNI, giovedì 22 febbraio, si è parlato degli strumenti necessari ad abilitare lo smart working e di chi ha già ottenuto risultati in tal senso con Carlo Capra, manager di Innext, responsabile area change management e digital transformation, Alessandro Ballerio, socio e Direttore tecnico di Elmec, Mattia Bertasa, Digital engineer di Electrolux e Mauro Vitiello, Amministratore delegato Copying, Presidente del Gruppo Giovani imprenditori di Univa, moderati dalla giornalista del Corriere Innovazione Giulia Cimpanelli.

In Italia si contano 305.000 smart worker nel 2017 (+14% rispetto al 2016 e + 60% rispetto al 2013) prevalentemente nelle grandi imprese.
Pubblicato il 23 Febbraio 2018
Newsletter
Vuoi rimanere aggiornato su eventi e news LIUC?

© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA)
CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128