entra in LIUCMyLiucEnglish
Storie di open innovation con LIUC Alumni

Storie di open innovation con LIUC Alumni

L’open innovation? “E’ un paradigma che afferma che le imprese possono e debbono fare ricorso ad idee esterne, così come a quelle interne, ed accedere con percorsi interni ed esterni ai mercati se vogliono progredire nelle loro competenze tecnologiche”: così scriveva nel 2006 l’“inventore” dell’open innovation, l’economista Henry Chesbrough.

Al tema, più che mai attuale, l’Associazione dei Laureati, LIUC Alumni, ha dedicato un workshop con storie di innovazione digitale nelle imprese e startupper. Tra i protagonisti dell’incontro che hanno portato la loro esperienza, Alberto Fioravanti (Founder e Presidente Digital Magics Spa), che ha raccontato questo nuovo modo di fare azienda, “anche innovando attraverso formazione, call for ideas, hackaton”. Secondo Paolo Barbatelli (Chief Innovation Officer & Board Member ROLD), invece, coraggio e strategia sono i principali ingredienti dell’innovazione: “Coraggio, nel nostro caso – ha detto – significa anche dedicare una figura apicale in modo specifico all’innovazione”. Nel caso di Italtel, rappresentata nell’occasione da Luca Ferraris, Head of Strategy – Innovation & Communication, tutto è partito da un forte bisogno di rinnovare l’offerta dell’azienda: “Il modello di permeabilità esterno – interno tipico dell’open innovation – ha detto Ferraris – ha portato a risultati importanti”.

Non si tratta solo di tecnologia ma soprattutto di scouting e partnership strategiche per creare valore e nuovi modelli di business”: questa invece la visione di open innovation di Openjobmetis, raccontata da Elisa Fagotto, Head of Open Innovation del Gruppo.

 

Hanno completato l’incontro alcune storie di startup digitali, come Bandyer di Filippo Rocca, piattaforma per la condivisione delle capacità nata in Silicon Valley, e Foodscovery di Fabio Di Gioia, un marketplace per l’accesso ai piccoli produttori.

Protagonista anche una startup “made in LIUC”, ovvero Shakejob, app di Openjobmetis che nasce dal bisogno di flessibilità tipico del settore della ristorazione combinato alla necessità di impiegare personale selezionato e dare un supporto concreto in un mondo del lavoro in continua evoluzione. I tre giovani startupper, gli studenti LIUC Alberto Brianza, Alessandro Roveda e Carlo Gravina, hanno illustrato il progetto, nato proprio come utile strumento per contrattualizzare le prestazioni occasionali.

 

Per restare aggiornati sulle prossime iniziative dell’Associazione LIUC Alumni:

http://www.liucalumni.it/

Condividi su:
NEWS eventi
“Se cambia l’economia reale, deve cambiare anche la finanza”: la pensa così Anna Gervasoni, Professore
NEWS eventi
Glocalnews è un appuntamento di riferimento per giornalisti e comunicatori, quattro giorni dedicati al giornalismo
NEWS eventi
Una mobilità più “ecologica” e sostenibile è una delle grandi sfide del nostro tempo, come evidenziato dalla
NEWS eventi
Giovedì 21 ottobre 2021, dalle 14.00 alle 16.00   Quali sono oggi i rischi e i pericoli da evitare e le soluzioni
NEWS eventi
A partire dal 20 ottobre 2021   La LIUC apre le porte del suo laboratorio i-FAB, la fabbrica modello Lean e
NEWS ricerca
Di recente, la crescente consapevolezza del ruolo delle imprese ne ha aumentato la responsabilità verso la società in
NEWS ricerca
Cresce l’internazionalizzazione della comunità LIUC nell’ambito della Ricerca e del Dottorato con legami
NEWS ricerca
La rapida reazione delle aziende al Covid-19 è stata fondamentale per rispondere ai nuovi bisogni sociali che sono
NEWS ricerca
Da marzo 2020 il lavoro virtuale è diventato la norma per la maggior parte delle organizzazioni. Tuttavia sappiamo