entra in LIUCMyLiucEnglish
Progetti

Capoprogetto: Lazzari Valter

Durata: 2018 – 2019

 

Il progetto sviluppa un modello unitario di profilazione dei fondi comuni di investimento.

Grazie a un modello stato-spazio a parametri variabili, la ricerca: a. individua gli stili di gestione che caratterizzano i fondi  b. misura l´abilità del gestore, distinguendo tra le diverse competenze (market timing, stock selection, factors bets). L´obiettivo è comprendere se i gestori creano valore e, se sì, attraverso quali strategie. Il lavoro assume risvolti operativi laddove permetta di anagrafare i fondi in base alle loro strategie effettive.

 

Negli ultimi 40 anni l´analisi dei fondi comuni di investimento ha assunto rilevanza crescente in letteratura, di pari passo con lo sviluppo del risparmio gestito. Due le research question principali:

  1. riescono i gestori professionali a creare valore per i risparmiatori, o, almeno, a giustificare il loro compenso? E se sì, come?
  2. è possibile estrapolare dall´analisi dei rendimenti le strategie di investimento effettivamente seguite dai gestori per poter comprendere quanta parte del rendimento del fondo è remunerazione per il rischio assunto e quanta parte è invece prodotto dell´abilità del gestore?

Per dare una risposta a queste domande si sono sviluppati più approcci in letteratura. Il primo, sulla scia del contributo di Sharpe (1966), spiega i rendimenti dei fondi sulla base dell´andamento dei loro  investable markets , ricavando dalla componente residua del rendimento una misura della capacità del gestore di selezionare azioni sottoquotate (cosiddetto  alfa ). Il secondo, perfezionato da Fama e French (1992, 1993, 2016), ammette la presenza di più fattori sistematici di rischio, anche diversi dall´andamento del mercato ( beta esotici ) quali la dimensione aziendale e la propensione delle aziende a investire. Il terzo (Ferson e Schadt, 1996, Ferson e Siegel, 2001) ammette che i gestori alterino l´esposizione dei fondi ai mercati investibili e agli altri fattori sistematici di rischio, riuscendo per la prima volta ad individuare alfa in media positivi, ancorché né statisticamente significativi, né economicamente sufficienti per compensare il costo della gestione. Il quarto (Henriksson, 1984  Traynor e Mazuy, 1996) considera la capacità dei gestori di fare timing di mercato, ossia di variare l´esposizione dei fondi allo stesso in relazione alla fase del ciclo.

 

Il progetto di ricerca ha come obiettivo di integrare questi approcci all´interno di un´unica modellistica imperniata sull´approccio stato-spazio in grado di ammettere la presenza di parametri variabili.

Più in dettaglio gli obiettivi scientifici che si propone il progetto sono di:

  1. valutare la dinamica dello stile di gestione del portafoglio, attraverso l´analisi dell´evoluzione temporale dell´esposizione ai diversi fattori di rischio sistematico, di mercato e extra-mercato;
  2. analisi dinamica della capacità di selezione, ossia dell´alfa, in quanto l´approccio a parametri variabili consente alla sua stima di evolvere periodo per periodo, sull´intero arco temporale analizzato;
  3. analisi della capacità di market timing dei gestori basata sulle matrici varianze/covarianze tra le serie storiche dei parametri del modello e i fattori di riferimento di ciascun parametro;
  4. analisi del tipo di risposta che i gestori danno in termini di politiche di asset allocation all´evoluzione delle variabili ambientali che definiscono il contesto di mercato.
NEWS ricerca
Procedono le attività del progetto di ricerca R.I.S.I.CO. (Rete Integrata di Servizi per l’Innovazione e la
NEWS ricerca
È opinione diffusa che nelle PMI familiari sia necessario avere un leader esterno alla famiglia per affrontare le
NEWS ricerca
“De-design” è un termine che fa da filo conduttore all’ampio spettro di idee di frontiera, minoritarie, ma più
NEWS ricerca
La ricerca LIUC è sempre attenta ai temi di attualità, tra cui l’evoluzione del mercato del lavoro con la nascita
© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA) CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128
CREDITS