entra in LIUCMyLiucEnglish
Progetti

Capoprogetto: Tettamanzi Patrizia

Durata: 2018 – 2019

 

Integrated Reporting (IR) è l´ultima frontiera in tema di disclosure volontaria, che dovrebbe aiutare gli stakeholder a valutare più efficacemente l´abilità di un´organizzazione di creare valore, sia presente, che futuro. E` però uno strumento ancora poco diffuso.

ll presente progetto si propone di analizzare la qualità degli integrated report pubblicati da un campione di imprese, e di identificare le variabili che possono influenzare la qualità dell´IR, in un`ottica di miglioramento della disclosure volontaria.

 

Integrated Reporting (IR) è l´ultima proposta avanzata in tema di disclosure volontaria. Nonostante sia stato proposto dall´International Integrated Reporting Committee (IIRC) (http://www.theiirc.org) nel 2010, sono poche le imprese che vantano un´esperienza significativa su questo tema.

Di recente la letteratura e la prassi hanno evidenziato alcune criticità che possono spiegare la scarsa diffusione di questo strumento di comunicazione volontaria e che possono essere ricondotte alle difficoltà incontrate dalle aziende nell´adozione del framework suggerito da IIRC per l´IR (Eccles e Serafeim, 2015  Pistoni e Songini, 2015).  Si riportano le principali, tra queste difficoltà:

  • assenza di connettività tra strategia, business model, performance e orientamento al futuro, a causa del limitato uso di descrizioni, diagrammi e mappe;
  • presenza di un gap in termini di informazioni relative alla governance, al coinvolgimento degli stakeholder, al processo di materialità;
  • inadeguata descrizione del business model;
  • limitata adozione di pratiche di audit esterno dell´IR.

 

Tali criticità possono causare problemi in termini di credibilità dell´IR e di fiducia da parte degli stakeholder in merito alla sua capacità di assicurare una comunicazione volontaria trasparente ed efficace.

Alla luce di tali evidenze, l´interesse dei ricercatori, delle imprese e dei professionisti si sta spostando dall´enfasi sul tipo e sul numero di informazioni incluse nell´IR, alla qualità di questo documento e delle informazioni in esso contenute e comunicate agli stakeholder.

Nel 2014 l´IIRC ha pubblicato un documento su “Assurance on IR: an exploration of issues”, al fine di generare interesse sulla qualità dell´IR.

La letteratura scientifica, a sua volta, ha cominciato a interessarsi della qualità dell´IR, della valutazione del grado di implementazione del framework dell´IR da parte delle aziende e del tipo di informazioni comunicate agli stakeholder (Eccles and Krzus, 2014  Pistoni and Songini, 2015).

Pistoni et al. (2017) hanno sviluppato un framework per la valutazione della qualità dell´IR, definito Integrated Reporting Scoreboard (IRS), che è stato poi impiegato per valutare la qualità di un campione di IR, ritenuti best practice da IIRC. La ricerca ha evidenziato che la qualità degli IR prodotti dalle aziende è piuttosto bassa, in quanto, anche se tendenzialmente esse utilizzano il framework proposto da IIRC, tuttavia la qualità della disclosure è molto limitata su aspetti rilevanti, quali: i capitali, il business model, le priorità strategiche, il processo di creazione di valore. Gli autori hanno anche evidenziato che maggiore attenzione è riposta alla forma, piuttosto che ai contenuti dell´IR.

Il primo obiettivo perseguito dal progetto di ricerca è analizzare la qualità degli integrated report pubblicati dalle imprese. A tal fine sarà utilizzato, come modello di riferimento l´Integrated Reporting Scoreboard, proposto di recente in letteratura.

Il campione di analisi, coerentemente con Pistoni et al. (2017), sarà costituito dai report disponibili nella sezione `Getting Started´ del sito di IIRC, in quanto costituiscono esempi di best performance nell´adozione dell´IR. Il periodo di analisi comprenderà gli anni dal 2013 al 2016, dato che, da un lato, è dal 2013 che la proposta dell´IR framework è stata definitivamente sviluppata, dall´altro i report disponibili al momento dell´analisi saranno presumibilmente quelli relativi all´anno 2016. La metodologia di analisi utilizzata per valutare la qualità degli IR sarà la content analysis (Weber, 1990  Krippendorf K. (1980).

Il secondo obiettivo perseguito dal progetto di ricerca è identificare le variabili che possono influenzare la qualità dell´IR. A tal fine, alla luce della letteratura sul tema, saranno considerate  le seguenti determinanti, di tipo interno: l´assetto istituzionale (es. proprietà), la governance (es. indipendenza del Consiglio di amministrazione), le dimensioni aziendali, il settore nel quale l´impresa opera, le performance aziendali e le precedenti esperienze dell´azienda in tema di voluntary disclosure (ad esempio report ambientale, report di sostenibilità, etc.).

I diversi tipi di determinanti saranno individuati mediante la consultazione dei siti delle aziende e la lettura degli IR. Con lo scopo di individuare quali determinanti influenzano la qualità dell´IR e qual è il tipo di relazione, saranno utilizzate metodologie di analisi statistica multivariata.

NEWS ricerca
Seminario di ricerca 1 aprile 2019, LIUC – Università Cattaneo Relatore: Marcello Esposito   All’interno
NEWS ricerca
Diventare digital nel lavoro per migliorare le prassi quotidiane e migliorarsi: le donne lo fanno, autonomamente, mosse
NEWS ricerca
Seminario LIUC 10 e 11 gennaio 2019 LIUC Università Cattaneo Relatore: Dott.ssa Cristina Tortora Assistant Professor,
NEWS ricerca
Seminario di ricerca 12 dicembre 2018 LIUC Università Cattaneo Relatore: Francesco Grigoli   All’interno del
© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA) CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128
CREDITS