entra in LIUCMyLiucEnglish
Progetti

Capoprogetto: Raffaele Secchi

Durata: 2017 – 2018

 

Il mondo delle fabbriche sta vivendo una profonda trasformazione determinata da un cambio di paradigma, che vede la fusione tra il mondo reale delle risorse produttive e il mondo digitale. E’ un momento di discontinuità, che qualcuno associa a una quarta rivoluzione industriale, capace di modificare sostanzialmente le modalità di progettazione, organizzazione e gestione dei luoghi produttivi.

In questo quadro, si innestano le domande di ricerca del progetto “Industry 4.0 – Digital Manufacturing Readiness”: quali possono essere i fattori che facilitano l’adozione del nuovo paradigma della fabbrica digitale? Come le imprese possono valutare in anticipo la loro capacità di gestire una trasformazione così profonda e guidare il sottostante processo di cambiamento interno?

La ricerca si è posta pertanto l’obiettivo di individuare, attraverso l’analisi di alcuni casi aziendali che hanno già avviato l’introduzione delle soluzioni tecnologiche alla base del modello Industry 4.0, una serie di fattori – strategici, organizzativi, produttivi, IT e di filiera – che possono facilitare il processo di trasformazione verso la fabbrica digitale. Tanto più ampia è la copertura di questi fattori e tanto più l’azienda è pronta a sfruttare le potenzialità e a cogliere i benefici promessi dagli elementi tecnologici del nuovo paradigma. Il grado di copertura è stato valutato attraverso un modello originale (Digital Manufacturing Readiness – DMR) sviluppato dal gruppo di ricerca costituito all’interno della LIUC Università Cattaneo e della LIUC Business School.

L’analisi comparata dei casi aziendali ha permesso di raccogliere alcune evidenze empiriche sui principali fattori di readiness. In primo luogo qualsiasi progetto Industry 4.0 deve essere inserito all’interno di una chiara traiettoria di evoluzione strategica dell’impresa. Inoltre, va assolutamente reso esplicito come tale progetto possa concretamente supportare il consolidamento o, se possibile, il miglioramento della competitività aziendale. In questa prospettiva più strategica, è fondamentale che la Funzione IT si evolva con l’obiettivo di diventare una funzione a supporto del business, capace di orientare le scelte sulle tecnologie che sono alla base della generazione, del trattamento e della condivisione delle informazioni. La molteplicità delle prospettive e delle competenze in gioco impone soluzioni organizzative fortemente interfunzionali, capaci di esprimere diverse sensibilità che spaziano da quelle più spiccatamente tecnologiche a quelle organizzative. Anche la scelta della persona a cui affidare la responsabilità della conduzione del progetto non è per nulla banale in ragione dell’eterogeneità delle tematiche da affrontare e, di conseguenza, delle competenze da possedere. Per cogliere tutto il potenziale di valore dalle tecnologie non è sufficiente applicarle meccanicamente ai processi attuali, ma è necessario ripensare profondamente a come operano i processi. Questo assunto introduce un altro aspetto fondamentale, ovvero che i progetti Industry 4.0 devono inserirsi in un contesto organizzativo che è già stato oggetto di ampie e profonde rivisitazioni finalizzate all’eliminazione delle principali situazioni di spreco.

NEWS ricerca
Seminario di ricerca 1 aprile 2019, LIUC – Università Cattaneo Relatore: Marcello Esposito   All’interno
NEWS ricerca
Diventare digital nel lavoro per migliorare le prassi quotidiane e migliorarsi: le donne lo fanno, autonomamente, mosse
NEWS ricerca
Seminario LIUC 10 e 11 gennaio 2019 LIUC Università Cattaneo Relatore: Dott.ssa Cristina Tortora Assistant Professor,
NEWS ricerca
Seminario di ricerca 12 dicembre 2018 LIUC Università Cattaneo Relatore: Francesco Grigoli   All’interno del
© UNIVERSITA' CARLO CATTANEO - LIUC | C.SO MATTEOTTI, 22 - 21053 CASTELLANZA (VA) CODICE FISCALE E PARTITA IVA 02015300128
CREDITS