Logo LIUCLIUC Università Carlo Cattaneo
Corso Matteotti, 22 - 21053 Castellanza (VA)
Tel.+39-0331-5721 - info@liuc.it

Direttore:
Massimiliano Serati 
email: mserati@liuc.it

Segreteria:
Alda Acanfora
email: aacanfora@liuc.it
Tel. 0331 572342
Fax 0331 572382

CeRST per il territorio.

Analisi, scenari e strumenti per lo sviluppo dei territori

 

CeRST per le imprese.

Analisi, scenari e strumenti per la conoscenza dei mercati e dei settori produttivi

 

Le ricerche concluse

Comune di Quartu S.Elena - 2007

Certificazione residui passivi/attivi e assistenza tecnica


Deutsche Bank - 2007

L'impiego degli strumenti derivati da parte degli Enti erritoriali in Italia


Comune di Cerro Maggiore - 2007

Modelli Integrati per la realizzazione e la gestione del Polo Tecnologico Multifunzionale Melting Point


Piano di sviluppo del Parco Nazionale dello Stelvio - 2005 - 2006

Costruzione del primo Piano di Sviluppo del Parco Nazionale dello Stelvio. Analisi puntuale dei vari sistemi economici, sociali e ambientali e i relativi programmi. Definizione e indicazione dei modelli di sviluppo economici di sostenibilità ambientale nei quali l'Ente Parco assume la funzione di strumento di promozione, valorizzazione e incentivazione delle economie sostenibili locali.


Comune di Quartu S. Elena - 2005 - 2006

Convenzione quadro su temi di Organizzazione, Finanza, Pianificazione Strategica, Riqualificazione e Valorizzazione del Territorio, Piano del Commercio.


Provincia della Spezia - 2005 - 2006

Valutazione delle ricadute territoriali connesse al potenziamento dell'asse Tirreno-Brennero attraverso la risoluzione dei problemi di valorizzazione del territorio, con particolare riferimento alle carenze infrastrutturale e la relativa valutazione di impatto ambientale derivante dall'individuazione di nuove infrastrutture.


Formez. Definizione di un modello di valutazione delle politiche di intervento e di sviluppo. - 2004-2005

L'obiettivo del progetto è quello di dotare le aree del Sud Italia di uno strumento di analisi valido per definire la "capacità di attrazione degli investimenti" di un territorio, sia dal punto di vista dell'economia già presente, che dal punto di vista del ruolo degli enti locali e della loro attività mirata allo sviluppo locale.


Provincia di Pavia. Lo sviluppo dell'imprenditorialità e l'innovazione nell'Oltrepò Orientale e Montano. - 2003-2004

La finalità del progetto consiste nel diffondere sul territorio provinciale pavese, la conoscenza delle opportunità offerte dalle associazioni territoriali e delle diverse misure del Docup della Regione Lombardia.


Attività di valutazione e monitoraggio delle politiche economiche territoriali - parte II - 2003-2004

Realizzazione del rapporto sull´economia provinciale di Varese e studio dell´area territoriale della Provincia di Varese al fine di individuare le linee strategiche d´intervento per promuovere, valorizzare e sviluppare il sistema sociale, economico, ambientale


Progetto di ricerca SSPAL - 2003-2004

Il progetto di ricerca intende analizzare il controllo di gestione negli enti locali alla luce della nuova autonomia della pubblica amministrazione locale.L'analisi si soffermerà sulle finalità del controllo di gestione esplicitate dal Testo Unico. Il controllo, ad oggi, non è stato del tutto implementato a causa della scarsa conoscenza delle tecniche più avanzate del controllo stesso. La ricerca intende analizzare le diverse alternative di implementazione delle tecniche del CdG.


Federalismo e Regionalismo: il caso italiano - 2002-2004

Ricerca sulle differenze tra i modelli istituzionali. Analisi comparativa sul funzionamento della Pubblica Amministrazione italiana e statunitense. Analisi effettuata presso il CeRST e presso il College di Urban Planning e Public Affairs della Università of Illinois at Chicago.


La politica di coesione economica e sociale e l'allargamento dell'Unione Europea - 2002-2004

La ricerca, in collaborazione con la Economic and Social Cohesion Laboratory della London School of Economics, analizza le politiche di programmazione dei paesi membri dell'Unione Europea, indagando sull'impatto dei Fondi strutturali nel periodo di programmazione 1989 / 2006 (valutazioni ex-post sui precedenti QCS ed ex-ante su Agenda 2000), e sugli strumenti istituzionali con cui sono state gestite le politiche di coesione economica e sociale. Pubblicazione del volume "I Mezzogiorni d'Europa", di F. Boccia, T. Treu, R. Leonardi, E. Letta; Il Mulino - Arel, Roma.


Selma Bipiemme. Le società di leasing e il bilancio degli enti territoriali e delle Asl. - 2003

L´obiettivo principale del progetto di ricerca è quello di definire il ruolo di una società di leasing nelle politiche di reperimento delle risorse da parte degli enti pubblici (enti locali, regioni, asl). Ciò significa individuare il modello attraverso cui la società di leasing possa interpretare i punti di forza e di debolezza di un bilancio pubblico al fine di stabilire il prodotto finanziario più adeguato al sostegno delle progettualità. La scelta dovrà inevitabilmente essere frutto di una comparazione tecnico-economico-finanziaria-giuridica dei diversi strumenti che il sistema può offrire, quindi dal semplice mutuo e assistenza in un´operazione di emissione obbligazionaria, ad operazioni più complesse di Leasing, Cartolarizzazione o Project Financing. Tutto ciò rientra nel concetto di autonomia delle politiche fiscali, tariffarie, di dismissioni e di indebitamento.


Attività di valutazione e monitoraggio delle politiche economiche territoriali - parte I - 2003

Oggetto: realizzazione, avvio e implementazione di un Monitor economico/statistico provinciale.


Piano di sviluppo Comunità Montana Alta Valtellina. - 2003

Il CeRST intende avviare uno studio sull´area territoriale dell´Alta Valtellina al fine di elaborare il Piano strategico di sviluppo della Comunità Montana Alta Valtellina.


L'implementazione dei servizi innovativi della Camera di Commercio di Terni - 2002-2003

Il pogetto intende realizzare l'implementazione dei servizi innovativi all'inerno della Camera di Commercio di Terni, al fine di consentire all'ente di esercitare un ruolo attivo nella definizione delle politiche di sviluppo locale sul territorio.


Italease Bari. Il leasing finanziario nella pubblica amministrazione. - 2002-2003

Obiettivo principale del progetto di ricerca è quello di definire il ruolo di una società di leasing nelle politiche di reperimento delle risorse da parte degli enti locali e individuare il "modello" attravesro cui la società di leasing possa interpretare i punti di forza e di debolezza di un bilancio pubblico al fine di stabilire il prodotto finanziario più adeguato al sostegno della progettualità.


Costruzione del modello di valutazione dei piani di investimento della Regione Lombardia - 2002 -2003

Valutazione delle politiche regionali di sviluppo e definizione delle linee strategiche e degli assi di intervento (Analisi del PRS e del Docup). Nell'ambito della ricerca saranno effettuate delle valutazioni di impatto degli investimenti sull'economia territoriale e la loro coerenza con le istanze locali.


Sviluppo territoriale e la Programmazione negoziata in Provincia di Pavia - 2002-2003

Definizione delle linee strategiche di intervento e sviluppo sul territorio della provincia di Pavia: individuazione dei distretti e metadistretti, definizione delle potenziali Unioni di Comuni.


Ricerca sui limiti e sulle opportunità della finanza innovativa per le amministrazioni pubbliche italiane - 2002-2003

Attività di ricerca e analisi (con successiva pubblicazione dei risultati) dei principali strumenti e prodotti di finanziamento innovativi: leasing finanziario, fondi immobiliari, project financing, emissioni obbligazionarie, fondi rotativi, cartolarizzazione.


Assistenza tecnica relativa alle aree tematiche, sviluppo locale, organizzazione, finanza e bilancio della Provincia di Pavia. - 2002-2003

Il progetto prevede l´assistenza tecnica all´ufficio di Presidenza e al Comitato di Pianificazione relativa alle aree tematiche sviluppo locale, organizzazione, finanza e bilancio.
La Provincia di Pavia a seguito dell´attività svolta ha realizzato un´Unione di comuni e ha attivato delle politiche finanziarie innovative conclusesi con operazioni di Swap e Rinegoziazione dei debiti precedentemente contratti.


Piano strategico del comune di Saronno - 2002-2003

Il progetto intende analizzare la situazione economica dell'area saronnese al fine di definire le linee strategiche di intervento dell'amministrazione comunale per generare processi di sviluppo endogeno.


Implementazione dei Servizi Innovativi per la Camera di Commercio di Terni - parte II - 2002-2003

Il CeRST intende attuare e implementare le attività dei Servizi Innovativi nonché attuare gli interventi organizzativi necessari all´espletamento delle nuove funzioni strategiche. L´assistenza consisterà nella costruzione di un sistema interno all´ente camerale in grado di effettuare la valutazione empirica e sistematica delle politiche di sviluppo strategiche e settoriali aventi ricaduta sul territorio.
Il CeRST ha progettato un sistema interno per la valutazione empirica delle
politiche di sviluppo; inoltre è stata operata una razionalizzazione delle attività con la conseguente realizzazione di un nuovo servizio denominato "Servizi Innovativi", costituito dall´interazione di tre differenti unità organizzative quali "Statistica e Studi", "Servizi al Territorio" e "Analisi Territoriale e Sviluppo Economico". Infine è stata introdotta una nuova unità organizzativa denominata "Programmazione e Controllo" per la definizione degli obiettivi, l´assegnazione dei compiti alle risorse umane e il monitoraggio dei risultati.


Mappatura dei centri di ricerca istituzionali (Università, CNR ecc.) presenti nella Regione Lombardia - 2002

La ricerca intende realizzare una serie di interventi volti a stimolare ed incrementare l'innovazione tecnologica del sistema lombardo e a favorirne il trasferimento alle imprese.


Il nuovo ruolo della Camera di Commercio di Terni per lo sviluppo del territorio - 2002

Analisi e monitoraggio delle politiche di sviluppo e del ruolo della Camera di commercio nella promozione degli interventi sul territorio.


Assistenza tecnica finanziaria all'Unione dei comuni dell'Alta Valle Camonica per la realizzazione del Progetto Integrato Alta Valle Camonica - 2002

Analisi delle politiche di concertazione tra la Regione Lombardia, la provincia di Brescia, la CCIAA di Brescia, la Comunità montana dell'Alta Valle Camonica e i comuni dell'Unione dell'Alta Valle Camonica per la realizzazione degli interventi sul demanio sciabile; individuazione degli strumenti finanziari di intervento (accordi di programma, finanza di progetto, emissioni obbligazionarie, ecc..).


Interventi di formazione e sostegno per la costituzione di uno Sportello Unico per gli impianti produttivi nell'Alta Valle Camonica - 2002

Il progetto si pone l'obiettivo di realizzare l'attività di formazione ed implementazione di uno Sportello Unico intercomunale nella neo costituita Unione di Comuni dell'Alta Valle Camonica


Studio delle metodologie di analisi dello sviluppo territoriale: analisi geopolitica. - 2002

Si è potuto considerare l´evoluzione dell´apporto degli strumenti di geopolitica nelle tecniche di pianificazione territoriale di tre paesi (Francia, Gran Bretagna e Italia), per capire come le tecniche e gli strumenti di pianificazione e programmazione tengano presente i conflitti e cercano di convertirli in elementi utili di negoziazione e concertazione.
La ricerca ha condotto alla evidente conclusione di come il territorio istituzionale di pianificazione non coincide con quello che si ritrova ad essere delineato dalle forme di paternariato e dai vari conflitti tra attori territoriali.


Progetto e implementazione di un sistema interno per la valutazione delle ricadute territoriali delle politiche e dei progetti strategici della Regione Lombardia.
IRER VaPoRe
- 2002

Sistema interno per la valutazione delle ricadute territoriali delle politiche e dei progetti strategici della Regione Lombardia.
Con il progetto è stato definito il modello di analisi degli investimenti programmati dagli enti territoriali lombardi. Attraverso l´individuazione di un set di indicatori di tipo economico, sociale, territoriale, è stato creato un indicatore sintetico in grado di definire, comune per comune, il grado di priorità degli investimenti programmati. L´indicatore è stato denominato ISP (Indicatore Sintetico di Priorità) ed è consultabile sul sito della Regione Lombardia, dove è possibile analizzare e valutare l´efficienza e l´efficacia delle politiche di prrogrammazione.


Implementazione dei servizi innovativi per la Camera di Commercio di Terni - parte I - 2001-2002

L´obiettivo del progetto è quello di fornire alla CCIAA di Terni gli strumenti in grado di raccogliere le istanze dei gruppi economici al fine di assumere un ruolo attivo nei processi di sviluppo economico locale.
Il progetto ha individuato un riorientamento strategico e organizzativo della CCIAA di Terni che potrà permettere all´ente camerale di sviluppare quelle logiche e capacità di proattività dalle quali possono beneficiare tutti i soggetti coinvolti e operanti nel territorio.


Osservatorio - 2001

Costruire una banca dati incrociabile su più variabili e raccogliere tutte le pubblicazioni nella biblioteca del Cerst per i settori interessati.
La ricerca ha portato alla costituzione della banca dati denominata Stel (struttura dell´economia locale) contenente dati sulla struttura produttiva (unità locali, imprese, addetti per settori di attività economica), dati macroeconomici (disoccupazione, Pil, valore aggiunto, investimenti, ecc.), dati demografici e dati economico-finanziari (bilanci di comuni e regioni). L´unità di riferimento della banca dati è il comune, la provincia e la regione, a seconda del dato considerato.


Ricerca sui limiti e sulle opportunità della finanza innovativa per le amministrazioni pubbliche italiane. Finlombarda 2001 - 2001

Ricerca sui limiti e sulle opportunità della finanza innovativa per le amministrazioni pubbliche italiane.
Il progetto di ricerca deve focalizzare l´attenzione sui limiti e sulle opportunità dei vari prodotti finanziari, sull´impatto sul bilancio pubblico e sul rapporto con i mercati finanziari relativamente ai prodotti finanziari che incontrano le esigenze degli enti pubblici e dei loro bilanci.

Il risultato del progetto di ricerca è dato da due pubblicazioni: una in tema di leasing finanziario nella pubblica amministrazione e l´altra in tema di prodotti obbligazionari (in corso di pubblicazione).


Mappatura delle relazioni tra i sistemi locali, i settori industriali e i fattori competitivi - 2001

Applicazione di una metodologia di analisi per effettuare delle valutazioni sulle potenzialità di crescita di un?area territoriale, basandosi sulla raccolta di dati direttamente sul territorio e sulla loro rielaborazione.
Il lavoro è costituito da una raccolta di cartografia, di dati statistici sulla struttura produttiva-economica e di dati tratti dai Piani di Sviluppo Regionali delle Regioni italiane (PRS).


I metadistretti - 2001

Analisi statistica e territoriale a supporto della definizione dei metadistretti.


Gestione delle politiche del debito del comune di Vazzola (Treviso) - 2001

Analisi delle politiche di indebitamento, emissione di un prestito obbligazionario, valutazione delle scelte strategiche del comune nella gestione dei debiti già esistenti.


Gestione delle politiche del debito della provincia di Modena - 2001

Analisi delle politiche di gestione della liquidità della provincia e analisi delle politiche di gestione del debito: comparazione degli strumenti di finanziamento degli investimenti, emissione di un prestito obbligazionario, realizzazione di operazioni di pronti contro termine, gestione di operazioni di swap sugli interessi, rinegoziazione di mutui.


Linee di Sviluppo dell'Alta Valle Camonica - 2001

Analisi delle politiche di intervento per stimolare lo sviluppo dell'Alta Valle Camonica. In questo ambito si è puntati sul settore trainante dell'economia locale: il turismo invernale (ampliamento del demanio sciabile) e le attività collaterali e complementari (turismo estivo, cultura e sport, politiche immobiliari). Le valutazioni sono state effettuate partendo dalle politiche di programmazione (comprese quelle direttamente legate all'utilizzo dei fondi strutturali) della Regione, fino ad arrivare alle scelte strategiche degli attori locali.


Finanziamento dello sviluppo locale e ruolo del sistema bancario - 2000

L'obiettivo principale del progetto di ricerca è quello di definire il percorso che un ente locale deve seguire per la scelta del prodotto finanziario più adeguato al finanziamento delle attività d'investimento.


Centro di Documentazione sul Territorio della Provincia di Varese - 2000

Raccolta, elaborazione e informatizzazione dei dati sociali, economici e territoriali della provincia di Varese, utilizzando le seguenti varie fonti istituzionali: ISTAT, Tagliacarne, ASPO e CCIAA di Varese, Ministero del Tesoro, Ministero degli Interni.


Rapporto sull'economia Varesina - 2000

Analisi dell'evoluzione economico-territoriale della provincia di Varese, delle dinamiche di sviluppo e delle prospettive di crescita alla luce dei nuovi sistemi di programmazione e del nuovo ruolo degli enti territoriali.


Le dinamiche economiche dell'Area Malpensa - Il Business Park – Gallarate - 2000

Analisi delle caratteristiche dell'area intorno a Malpensa per la definizione delle politiche di intervento del comune di Gallarate e degli strumenti finanziari attuabili.
Obiettivo finale: creazione di un Business Park per rilanciare lo sviluppo locale dell'area di Gallarate.


Analisi tecnica sull'eleggibilità dell'area luinese (SLL 73) ad Obiettivo 2 – Fondi Strutturali 2000 / 2006 - 2000

Il progetto di ricerca si è sviluppato su un'area di comuni appartenenti al SLL 73 (Luinese) soggetti ad una profonda crisi legata al declino industriale, all'invecchiamento della popolazione e al rischio di desertificazione. I risultati dell'analisi hanno consentito, nella fase di definizione delle aree di Obiettivo 2 per il periodo di programmazione 2000 / 2006, di far rientrare tutti i comuni della SLL tra le aree che potranno beneficiare degli aiuti dei Fondi Strutturali.


Lo sviluppo economico della città di Bisceglie, analisi delle strategie e delle linee d'intervento sul territorio - 1999

Il centro di ricerca si propone di individuare le linee strategiche d'intervento sul territorio e il ruolo dei singoli attori locali coinvolti. Il fine è di evidenziare le differenti possibilità d'intervento e le numerose leve finanziarie a disposizione degli enti territoriali.


Analisi del territorio e della situazione economico finanziaria dell'area di Reggio Calabria - 1999

L'analisi si pone come obiettivo l'individuazione dei punti critici dell'Amministrazione, al fine di migliorare l'erogazione dei servizi essenziali per la collettività, ma soprattutto, razionalizzare le spese di gestione dei servizi attraverso la loro esternalizzazione, dove possibile, garantendo il pieno soddisfacimento dei bisogni pubblici.


Lo sviluppo economico della Città di Cerignola - 1999

Il progetto di ricerca ha come obiettivo quello di analizzare l´area territoriale del Comune di Cerignola, al fine di individuare le linee strategiche di intervento per generare sviluppo socio-economico coerente con le vocazioni dell´area.
La programmazione degli investimenti deve partire da uno studio di tutte le variabili sociali, territoriali, economiche e finanziarie, con il coinvolgimento diretto di soggetti pubblici (Enti locali, Camere di Commercio, Uffici di collocamento e INPS) e privati (Associazioni di categoria, parti sociali, imprenditori, ecc.)

Il progetto ha evidenziato le caratteristiche territoriali, sociali ed economiche dell´area GAL comprendente il Comune di Cerignola, Orta Nova e Stornara. In particolare l´analisi è stata rivolta al settore agricolo e agroalimentare, con l´obiettivo di definire le politiche di rilancio economico del relativo territorio.


Il rilancio dell'economia luinese attraverso gli strumenti della programmazione negoziata - 1999

Partendo da un'analisi territoriale, in cui si evidenziano le variabili geografiche, sociali, storiche ed economiche, si definiscono le linee strategiche d'intervento, valutandone l'impatto sia sul contesto territoriale, ambientale, economico, che sui bilanci degli enti coinvolti. Successivamente si procede ad un'analisi delle alternative di finanziamento per individuare lo strumento finanziario più adatto.


Finanziare lo sviluppo locale - 1998

Finanziare lo sviluppo Locale è un´opera che all´interno dello scenario europeo, costruisce un percorso da seguire al fine di valutare più coerentemente gli investimenti da realizzare sul territorio. I gruppi di studio sul finanziamento del territorio della The London School of Economics and Political Sciences e del Libero Istituto Universitario C. Cattaneo di Castellanza, presentano le differenti fasi della valutazione di opere infrastrutturali.
Il presente lavoro è frutto di una ricerca che l´Università LIUC di Castellanza e The London School of Economics hanno coordinato e condotto, al fine di individuare una metodologia di analisi che concentra l´attenzione sul ruolo degli enti territoriali nella programmazione degli investimenti per lo sviluppo economico locale. La ricerca ha analizzato e studiato il ruolo degli enti territoriali nella formulazione di strategie di sviluppo e nella programmazione delle stesse; in una seconda fase, attraverso analisi empiriche su casi reali (su specifici investimenti infrastrutturali di enti territoriali), l´obiettivo e` stato quello di dimostrare le diverse possibilità esistenti e le diverse leve finanziarie utilizzabili dagli enti al fine di trasformare in progetti le strategie formulate. Progetti non limitati a semplici investimenti in cemento ma opere infrastrutturali che determinano la creazione di sviluppo economico endogeno.


Studio di fattibilità per la realizzazione di un centro polisportivo nel comune di Gorla Minore e Gorla Maggiore. - 1998

Il progetto prevede l´individuazione del punto di break-even per capire il sistema migliore di finanziamento e autofinanziamento dell´opera. Inoltre, l´analisi considera la possibilità di differenti forme di gestione degli impianti, dalla gestione interna alla esternalizzazione.
La realizzazione di un progetto di investimento da parte di un ente locale è sottoposta ad un´analisi di prefattibilità riguardante gli aspetti sociali, economici e finanziari.
Nel caso del Comune di Gorla Minore, il progetto di investimento ha riguardato l´analisi dei costi e ricavi per la ristrutturazione di un impianto polisportivo e la gestione delle relative attività (campi da tennis, calcetto, piscina, ecc.).
È stato individuato il punto di break-even per capire il sistema migliore di finanziamento e autofinanziamento dell´opera. Inoltre, l´analisi ha considerato la possibilità di differenti forme di gestione degli impianti, dalla gestione interna alla esternalizzazione.


Il Carnevale di Viareggio e la sua gestione - 1998

La costruzione della Città del Carnevale e la successiva gestione dell'evento Carnevale attraverso una società per azioni dovrà inserirsi in un più ampio progetto di rinnovamento dell'immagine della città e di coordinamento di tutti gli eventi ad alta attrazione turistica che Viareggio e la Versilia intera sono in grado di offrire sul mercato, tenendo conto delle rinnovate abitudini ed esigenze del consumatore moderno e della evoluzione dei circuiti distributivi.

21/10/2008 17.06.00
© Università Carlo Cattaneo - LIUC | C.so Matteotti, 22 - 21053 Castellanza (VA) | Tel. +39-0331-572.1 | Codice Fiscale e Partita IVA 02015300128 | E-mail: info@liuc.it